Condizioni generali

Condizioni generali (CG)

Valide dal 22 febbraio 2021

Le presenti condizioni generali dell’Associazione promotrice CléA,
c/o Degginger Bischof Zlabinger Kanzlei, St. Leonhard-Strasse 20, CH-9000 San Gallo (di seguito «CléA») disciplinano il rapporto tra CléA e gli utenti (assistenti personali e richiedenti assistenza, rappresentanti legali e/o organizzazioni) dei servizi offerti sulla «Piattaforma di assistenza CléA».

Campo di applicazione e validità

Le presenti CG e le disposizioni dichiarate vincolanti stabilite al di fuori delle CG, in particolare l’informativa sulla protezione dei dati e le direttive di comportamento, disciplinano il rapporto contrattuale tra l’Associazione promotrice CléA e gli utenti della «Piattaforma di assistenza CléA».

Gli utenti accettano le CG attuali di CléA ogni volta che accedono al sito web https://assistenzplattform.clea.app. CléA si riserva il diritto di apportare modifiche alle presenti CG in qualsiasi momento e senza indicarne i motivi e di pubblicarne la versione aggiornata sulla «Piattaforma di assistenza CléA».

2.1. Scopo

CléA mette a disposizione degli utenti la «Piattaforma di assistenza CléA» come marketplace («piattaforma») per la mediazione di servizi di assistenza (di seguito: «Servizi»).

2.2. Clienti

Sono ammessi come utenti esclusivamente persone maggiorenni domiciliate in Svizzera e nel Liechtenstein che siano registrate come utenti sulla piattaforma e il cui account sulla piattaforma non sia bloccato.

2.3. Uso responsabile

Sulla «Piattaforma di assistenza CléA» i richiedenti assistenza e gli assistenti personali possono stipulare contratti tra loro in modo autonomo e sotto la propria responsabilità.

Solo gli assistenti personali e i richiedenti assistenza sono legati e autorizzati da tali contratti. L’esecuzione del contratto è di esclusiva responsabilità degli utenti.

2.4. Servizio clienti

CléA assiste gli utenti in merito al funzionamento della piattaforma. Gli assistenti personali e i richiedenti assistenza risolvono al di fuori della piattaforma eventuali questioni e conflitti derivanti dai contratti reciprocamente stipulati.

2.5. Posizione giuridica dell’Associazione promotrice CléA

CléA non è parte dei contratti avviati sulla «Piattaforma di assistenza CléA».

CléA non è in alcun modo responsabile dei rischi connessi all’avvio, alla stipula e all’esecuzione di tali contratti e non risponde in alcun modo di eventuali danni derivanti da tali contratti. In particolare, CléA non fornisce alcuna garanzia che gli utenti adempiano ai loro obblighi contrattuali in essere o si comportino in buona fede.

CléA non è tenuta a controllare il comportamento degli utenti in relazione all’utilizzo della piattaforma. In particolare, CléA non è tenuta a verificare in alcun modo la legittimità o l’ammissibilità di offerte, testi e immagini pubblicati dagli utenti sulla piattaforma di assistenza.

2.6. Nessun diritto di utilizzo

Non sussiste alcun diritto alla registrazione, all’utenza, all’utilizzo della piattaforma https://assistenzplattform.clea.app o all’utilizzo dei servizi di CléA. In particolare, CléA ha la facoltà in qualsiasi momento di rifiutare una registrazione, escludere utenti, vietare un utilizzo o interrompere temporaneamente o definitivamente un servizio.

I fondi dell’associazione consistono in quote associative ordinarie o straordinarie, donazioni, contributi o lasciti, ricavi delle attività dell’associazione ed eventualmente finanziamenti privati e sovvenzioni di enti pubblici.

L’utilizzo della «Piattaforma di assistenza CléA» è temporaneamente gratuito. CléA può addebitare costi in un secondo momento (ad esempio una commissione di mediazione o commissioni per nuovi servizi).

4.1. Presentazione delle offerte

CléA offre agli utenti la possibilità di pubblicare elettronicamente sulla piattaforma informazioni sui servizi da loro offerti e richiesti. Le informazioni vengono elencate sulla piattaforma e visualizzate nell’ambito di una funzione di ricerca.

4.2. Contenuto delle offerte

Le offerte devono avere come oggetto esclusivamente le prestazioni di assistenza per persone con disabilità.

CléA può emanare direttive di comportamento che regolano in particolare servizi o prodotti vietati. Le direttive di comportamento sono parte integrante del presente contratto e possono essere modificate in qualsiasi momento; fa fede la versione attuale delle direttive di comportamento.

4.3. Diritti della proprietà immateriale di terzi (proprietà intellettuale)

Le offerte, i testi e le immagini che gli utenti pubblicano sulla piattaforma in qualsiasi modo (ad es. descrizioni di offerte, valutazioni, inserimenti nell’ambito di una «funzione domande e risposte», ecc.) o che comunicano in altro modo attraverso il sito web non possono violare alcun diritto della proprietà immateriale di terzi. Gli utenti possono utilizzare e pubblicare sulla piattaforma solo immagini e testi da essi stessi creati o al cui utilizzo il titolare dei diritti ha acconsentito; ciò vale in particolare anche per il materiale testuale e fotografico pubblicamente accessibile su un altro sito web.

4.4. Diritti della personalità di terzi

Le offerte, i testi e le immagini che gli utenti pubblicano sulla piattaforma in qualsiasi modo (ad es. descrizioni di offerte, valutazioni, inserimenti nell’ambito della «funzione domande e risposte», ecc.) o che comunicano in altro modo attraverso la piattaforma non devono violare alcun diritto della personalità di terzi; in particolare non devono essere offensivi, osceni, diffamatori, molesti, denigratori, oltraggiosi, umilianti, dannosi per la reputazione, ecc.

4.5. Nessuna pubblicità

Le offerte, i testi e le immagini che gli utenti pubblicano sulla piattaforma in qualsiasi forma (ad es. descrizioni di offerte, valutazioni, inserimenti nell’ambito della «funzione domande e risposte», testi per e-mail, messaggi personali, ecc.) o che comunicano in altro modo attraverso la piattaforma non devono contenere alcuna forma di pubblicità per servizi che gli utenti non offrono direttamente o non offriranno in futuro tramite la piattaforma.

4.6. Link e indirizzi web

Le offerte e i contenuti pubblicati sulla piattaforma (immagini incluse) non devono contenere link a URL o indirizzi web.

4.7. Dettagli tecnici

I dettagli relativi al funzionamento della «Piattaforma di assistenza CléA» sono in costante evoluzione. CléA si riserva il diritto di apportare modifiche tecniche in qualsiasi momento. Spetta agli utenti mettere a disposizione i dati nei formati accettati da CléA in un determinato momento.

5.1. Informazioni generali

Il rapporto contrattuale tra gli utenti e CléA è definito «utenza».

5.2. Requisiti minimi per l’utenza

L’utenza è aperta solo a persone fisiche capaci di agire o incapaci di agire validamente rappresentate.

Sono esclusi dall’utenza i minorenni (persone di età inferiore a 18 anni). Per i minorenni, il rappresentante legale può registrarsi come utente.

5.3. Utenti incapaci di agire; rappresentanza

Gli utenti incapaci di agire o gli utenti che per altri motivi non possono utilizzare la piattaforma autonomamente possono essere ammessi dietro prova di una persona avente diritto di rappresentanza.

CléA può rendere visibile il rapporto di rappresentanza nel profilo dell’utente, ma non è tenuta a farlo.

La persona con diritto di rappresentanza risponde in solido nei confronti di CléA, oltre all’utente, del rispetto delle presenti CG.

5.4. Dati corretti

I dati personali degli utenti sulla piattaforma devono essere sempre completi e corretti. In caso di modifiche, gli utenti sono tenuti a aggiornarli immediatamente sulla piattaforma, in modo che i dati siano sempre completi e corretti.

5.5. Inizio e fine dell’utenza

L’utente inizia con la conferma della registrazione dell’utente da parte di CléA via e-mail.

Se non ci sono fatture in sospeso di CléA o di altri utenti a carico dell’utente, la cessazione dell’utenza è possibile in qualsiasi momento cancellando l’account dalla piattaforma o inviando un’e-mail a feedback@clea.app.

CléA ha il diritto di escludere utenti in qualsiasi momento senza indicarne i motivi, vale a dire di disdire gli utenti senza preavviso, senza che da ciò possano essere presentati ricorsi nei confronti di CléA. Ciò vale in particolare in caso di violazioni delle presenti CG e delle relative parti o contratti con altri utenti. Inoltre, CléA può bloccare gli account degli utenti senza preavviso.

Gli utenti esclusi non hanno il diritto di registrarsi nuovamente senza aver ottenuto preventivamente l’esplicito consenso di CléA, sia a nome proprio che di terzi. Le spese sostenute da CléA in caso di infrazioni a questa disposizione saranno addebitate all’utente in ogni caso con un importo pari a CHF 100.-. Sono fatte salve ulteriori richieste di risarcimento danni.

5.6. Obbligo di segretezza

Gli utenti sono tenuti a mantenere segreta in qualsiasi momento la password per la piattaforma https://assistenzplattform.clea.app e a non renderla mai nota a terzi. Se queste informazioni vengono trasmesse a terzi, ad esempio assistenti o rappresentanti legali, l’utente risponde personalmente in caso di abuso. CléA non può essere ritenuta responsabile in questo caso.

5.7. Interventi tecnici

È vietato l’uso di software o script che potrebbero disturbare il regolare funzionamento della Piattaforma di assistenza CléA o del sito web clea.app.

È vietato l’accesso ai dati dalla piattaforma tramite software, script o altri meccanismi.

Gli utenti sono autorizzati, ma non obbligati, a inoltrare pubblicamente (ad esempio sui social media) le proprie offerte presenti sulla «Piattaforma di assistenza CléA».

A tale scopo, per tutta la durata del presente contratto, l’utente riceve su richiesta una licenza singola e non esclusiva per l’utilizzo di dati immagine (logo, ecc.) messi a disposizione a tale scopo da CléA.

È vietato l’utilizzo di dati immagine di altro tipo muniti di contrassegni protetti di CléA. Inoltre, gli utenti non possono modificare, falsificare o modificare in altro modo i dati immagine. In caso di uso non consentito, CléA si riserva il diritto di revocare immediatamente la presente licenza, anche senza disdetta del restante contratto.

CléA è autorizzata, ma non obbligata, a pubblicizzare le offerte degli utenti su clea.app o per la piattaforma https://assistenzplattform.clea.app in generale. Nell’ambito della sua pubblicità per la piattaforma, CléA è autorizzata a fare riferimento alle offerte degli assistenti nel rispetto della protezione dei dati (in particolare l’anonimizzazione).

7.1. Informazioni generali

CléA gestisce esclusivamente la piattaforma tecnica per la mediazione di prestazioni tra utenti. CléA non interviene a nome né del richiedente assistenza né dell’assistente personale e pertanto non partecipa in alcun modo alle prestazioni concordate tramite la piattaforma come contraente, rappresentante o agente.

Non sussiste alcun diritto alla mediazione o alla risoluzione di controversie tra le parti.

I contratti stipulati tra richiedenti assistenza (datori di lavoro, committenti, ordinanti) e assistenti personali (dipendenti, incaricati, imprenditori) non sono parte integrante dell’offerta della «Piattaforma di assistenza CléA» e quindi dell’Associazione promotrice CléA. CléA non può essere perseguibile per questioni giuridiche o per altre informazioni. In questo ambito CléA offre una consulenza limitata oppure non offre consulenza. In caso di controversie derivanti da questi rapporti contrattuali, CléA non può essere citata in giudizio. CléA non si assume alcuna responsabilità per il contenuto e l’esecuzione di documenti concordati e/o modificati al di fuori della «Piattaforma di assistenza CléA».

7.2. Contenuto e forma del contratto

CléA raccomanda di basare i contratti sui modelli delle organizzazioni competenti (ad esempio: Pro Infirmis – Guida giuridica: Assunzione di assistenti). In particolare vanno rispettate le disposizioni di legge come il diritto del lavoro, le detrazioni sociali, l’iscrizione all’SVA e simili.

CléA raccomanda di stipulare per iscritto i contratti sulle prestazioni di assistenza per motivi probatori.

7.3. Risoluzione di controversie

CléA può agire in qualità di mediatrice ma non è obbligata a farlo.

A tal fine, CléA può fornire senza alcun obbligo agli utenti della piattaforma indicazioni relative a un organo di conciliazione neutrale e indipendente.

A tutte le controversie in relazione all’offerta tra le parti interessate dalla fornitura di servizi si applica il diritto svizzero. Il foro competente è quello previsto dalla legge.

La dichiarazione sulla protezione dei dati è parte integrante e vincolante delle presenti CG.

CléA si riserva il diritto di trasferire a terzi o di far esercitare da terzi alcuni o tutti i diritti e gli obblighi derivanti dalle presenti CG.

CléA risponde solo dei danni derivanti da un’azione propria di CléA intenzionale o per negligenza grave. Si esclude la responsabilità di CléA per danni dovuti a colpa lieve.

In particolare, CléA declina ogni responsabilità per la temporanea indisponibilità della «Piattaforma di assistenza CléA» o per problemi tecnici a causa dei quali i contratti o le comunicazioni tramite la «Piattaforma di assistenza CléA» non vengono accettati o vengono elaborati in ritardo o in modo errato.

Inoltre, CléA non garantisce in alcun modo l’ammontare del fatturato realizzato tramite la «Piattaforma di assistenza CléA» (ad es. salari).

Qualora singole disposizioni delle presenti CG fossero interamente o parzialmente nulle e/o inefficaci, resta inalterata la validità e/o l’efficacia delle restanti disposizioni o di parti di esse. Le disposizioni nulle e/o inefficaci saranno sostituite da disposizioni giuridicamente valide che si avvicinino il più possibile dal punto di vista economico al senso e allo scopo delle disposizioni nulle e/o inefficaci. Lo stesso vale per eventuali lacune del regolamento.

Tutte le controversie in relazione alle presenti CG tra CléA, da un lato, e gli utenti, dall’altro, sono soggette al diritto svizzero. Foro competente è San Gallo, Svizzera.

In caso di domande sulle CG, inviare un’e-mail all’indirizzo info@clea.app.

Le presenti CG e dichiarazioni sulla protezione dei dati sono state elaborate in collaborazione con lo studio legale Ronzani-Schlauri di Zurigo.

San Gallo, 22 febbraio 2021

Torna su